ARK Innovation e StoryTelling

Proportion
Categories: News
Tags:

 1,029 total views,  4 views today

Approfondiamo il caso Ark Innovation e lo StoryTelling finanziario

Il caso Ark Innovation, ETF dalle mirabolanti performance, è un esempio molto interessante e utile ad approfondire il tema dello StoryTelling e del marketing finanziario, abbinato a “feroci” bias comportamentali da parte degli investitori.

Perchè parliamo di Ark Innovation? Un grafico vale più di 1.000 parole:

https://awealthofcommonsense.com/2020/12/a-short-history-of-chasing-the-best-performing-funds/

I numeri sono impressionanti. Neanche il tanto applaudito Nasdaq è riuscito a tenergli testa.

Queste le partecipazioni in capo allo strumento:

https://seekingalpha.com/article/4413071-best-innovation-growth-funds-for-2021
https://seekingalpha.com/article/4413071-best-innovation-growth-funds-for-2021
https://twitter.com/WallSt_Dropout/status/1390803069118648325/photo/1

L’offerta di ARK Investment si compone poi di ulteriori fondi d’investimento, oltre al già citato Innovation. Questa una panoramica più completa sugli strumenti collocati, con relativo andamento dal lancio, su più orizzonti temporali:

https://seekingalpha.com/article/4413071-best-innovation-growth-funds-for-2021

Torniamo ora al nostro Innovation, il più noto dei fondi Ark, e più rappresentativo, anche alla luce, come abbiamo visto, del percorso messo a segno:

https://twitter.com/Cokedupoptions/status/1361125316077314050/photo/1

La storia avvincente raccontata da Cathie Wood, a capo di ARK Investment Management, circa le potenzialità dello strumento (del resto, chi non vorrebbe investire nell’ innovazione?), abbinata a performance che hanno dell’incredibile, ci porta a registrare afflussi, da parte degli investitori, sugli ETF di Ark, veramente pazzeschi. Le masse in gestione sono passate da 2 miliardi di dollari a più di 40.

https://theirrelevantinvestor.com/2021/01/14/the-power-of-story-telling/
https://awealthofcommonsense.com/2021/02/animal-spirits-money-tree/

Questa la distribuzione del mare di liquidità versato dagli investitori sui diversi strumenti Ark (Innovation su tutti):

La crescita è stata qualcosa di sorprendente, guidata dalla corsa, da parte degli investitori, per salire sul carro.

Del resto, a chi non piacerebbe ottenere performance del genere?

https://theirrelevantinvestor.com/2021/01/14/the-power-of-story-telling/

Il problema però dell’investire con lo specchietto retrovisore deriva dal fatto che le performance passate non sono mai sinonimo di performance future. La storia infatti è piena di fondi d’investimento dai numeri impressionanti, finiti dalle stelle alle stalle in un batter d’occhio.

Eppure, la voglia di rincorrere performance, e catturare la gallina dalle uova d’oro, è sempre tanta. La caccia all’isola del tesoro è sempre aperta:

https://awealthofcommonsense.com/2020/12/a-short-history-of-chasing-the-best-performing-funds/
https://thereformedbroker.com/2021/02/17/the-big-long/

Come finirà questa storia non ci è dato saperlo, resta il fatto che un buon marketing è in grado di fare miracoli.

Difatti, mentre in America Ark Innovation continua a raccogliere consenso e denaro, il Baron Focused Growth Fund, ad esempio, con numeri similari all’ETF di Ark, resta nell’anonimato:

https://theirrelevantinvestor.com/2021/01/14/the-power-of-story-telling/

Una storia strana. Performance altrettanto mirabolanti, ma afflussi col contagocce rispetto ad Ark.

https://theirrelevantinvestor.com/2021/01/14/the-power-of-story-telling/

Merito quindi della grandiosa macchina di marketing costruita da Cathie Wood? “Innovation” suona meglio di “Focused Growth”?

Come sempre, il mercato è fatto da comportamenti, più che da strumenti.

E a guidare i comportamenti sono spesso bias e marketing.

E, infatti, ecco che gli investitori saliti sul carro sull’onda della performance, soffrono ora le perdite registrate dallo strumento in questi ultimi giorni, e, così com’erano saliti, sono ridiscesi da Ark Innovation alla velocità della luce (ah, la gestione passiva..):

https://twitter.com/Schuldensuehner/status/1390230940144766980

C’è da dire che, anche al netto del recente calo, resta il fatto che il rendimento generato ad oggi resta certamente importante. This is a story about performance:

https://seekingalpha.com/article/4413071-best-innovation-growth-funds-for-2021

Come proseguirà questa storia resta un’incognita; lo stesso Michael Burry, noto per il “Big Short” sull’immobiliare del 2008, vede con diffidenza la corsa messa a segno, fra le altre, di Tesla e dello stesso ETF Arkk Innovation:

https://markets.businessinsider.com/news/stocks/big-short-michael-burry-tesla-stock-cathie-wood-ark-etf-2021-8

E a quanto pare non è l’unico, visto che è possibile ora investire direttamente in un ETF Short su Arkk, che mira quindi a guadagnare dagli eventuali ribassi sullo strumento:

https://www.barrons.com/articles/short-ark-innovation-fund-etf-51628035888

Il punto quindi resta, come sempre: “Performance passate non sono garanzie di performance future“.

Ogni tanto è giusto ricordarlo.

Ultimo aggiornamento: 30/08/2021

Condividi su:

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *