Azionario e Obbligazionario a confronto

Proportion
Categories: News
Tags:

 354 total views,  1 views today

Un confronto fra l’asset azionario e obbligazionario

Jeremy Siegel, professore di Finanza alla Wharton School in Pennsylvania, ha titolato un suo noto libro “Stocks for the Long Run” (azioni per il lungo termine), se mettiamo però a confronto azionario e obbligazionario vengono fuori numeri interessanti.

Vediamo di seguito l’andamento, da inizio 2002 a giugno 2020, dell’azionario americano (linea viola, indice S&P500) a confronto con la relativa controparte obbligazionaria (linea arancione, indice Treasury Bond 20+):

https://awealthofcommonsense.com/2020/06/how-often-do-long-term-bonds-beat-stocks/

I numeri parlano chiaro. Vince l’azionario. Stocks for the Long Run.

E’ sempre stato così?

Se mettiamo a confronto azionario e obbligazionario americano da inizio 2000 fino ad aprile del 2020, scopriamo che:

  • L’indice azionario S&P500 ha performato il 5,4% annuo
  • L’obbligazionario governativo (Treasury con durata di almeno 10 anni) ha performato l’ 8,3% annuo
  • L’obbligazionario corporate Investment Grade USA ha performato il 7,7% annuo

L’analisi è ben dettagliata all’interno di questo articolo del New York Times:

https://www.nytimes.com/2020/05/01/business/bonds-beat-stocks-over-20-years.html

Ecco un confronto fra i due asset da inizio 2000 a maggio 2019:

Certo, il 2000 ha combaciato con lo scoppio della bolla legata ad internet, per questo l’asset obbligazionario ha avuto la meglio, su questo arco temporale.

Il punto infatti è che per ogni orizzonte temporale che consideriamo, otteniamo una storia diversa del mercato. Per questo sul mercato possiamo provare tutto e il contrario di tutto, ogni tassello è solo un frammento del puzzle, il cui disegno complessivo ci dice chiaramente come sui mercati l’unica certezza è l’incertezza. Ogni frammento del puzzle ci mostra semplicemente quello che vogliamo vedere o quello che ci vogliono raccontare.

Quindi, ora che sappiamo che sul mercato tutto è possibile, è giusto anche inquadrare bene le cose. Ogni quanto le obbligazioni hanno storicamente fatto meglio delle azioni? Ecco il confronto, su diversi orizzonti temporali:

https://awealthofcommonsense.com/2020/06/how-often-do-long-term-bonds-beat-stocks/

Quindi sì, le azioni tendono a fare meglio delle obbligazioni nel lungo termine. Soprattutto da 20 anni in poi. Come abbiamo visto, non è una garanzia, ma è lecito aspettarcelo.

Condividi su:

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *